Legge sul Poker nei Circoli Sportivi

pker_live

GDPoker di Gioco Digitaleè la poker room più SICURA d’Italia e offre dei tornei gratuiti per i nuovi iscritti: TORNEI FREEROLL in cui si vincono gettoni per i tornei con montepremi in denaro.

La circolare del Viminale, emanata lo scorso 9 settembre 2009, ha bloccato tutti i circoli e gli eventi di poker live giocati al di fuori dei concessionari autorizzati. In pratica si possono giocare tornei di poker sportivo solo nei casinò.

Ricordo che in Italia i circoli di poker sono llegali. Ecco l’estratto dalla circolare del Viminale che spiega il provvedimento:

si pregano le questure – nelle more della definizione della procedura di attribuzione delle concessioni e dell’emanazione del regolamento, che formerà comunque oggetto di successiva comunicazione, in osservanza delle sopravvenute ragioni di pubblico interesse determinate dalla novella legislativa – di voler predisporre ogni utile misura affinché non venga consentito ulteriormente l’espletamento delle manifestazioni di poker sportivo”. Il documento fa riferimento alla legge Comunitaria, sottolineando che l’articolo 24 ne “ha introdotto significative novità in relazione allo svolgimento dei tornei di poker sportivo non a distanza, in particolare al comma 28 viene stabilito che i citati tornei sono consentiti a soggetti titolari di concessione per l’esercizio e la raccolta di uno o più giochi, previa autorizzazione dell’amministrazione autonoma dei monopoli di Stato. Il precedente comma 27 prevede che con regolamento della menzionata amministrazione finanziaria, da adottarsi di concerto con questo ministero, sono disciplinati i tornei di poker sportivo, l’importo massimo della quota di partecipazione al torneo, le modalità che escludono i fini di lucro”.

Parti con il bonus BETTER Subito per te fino a 25 € www.lottomatica.it

LA SVOLTA

Case da gioco in ogni comune,  è quanto prevede lo schema di decreto legge de l 14 Ottobre 2009 sul rilancio dell’immagine del “Sistema Italia”  presentato ieri al preconsiglio dal ministro del turismo Michela Brambilla. L’obiettivo è il varo di un decreto legge che in 19 articoli consenta di rilanciare l’attività turistica in Italia.

Lo scopo è quello di rendere le strutture alberghiere competitive al pari degli altri paesi d’europa attraverso l’apertura alle case da gioco. Quindi il gioco d’azzardo nei prossimi giorni sarà, con molta probabilità, legalizzato ma solo negli alberghi di lusso. Si potrà dunque giocare a poker, a blackjack, e alla roulette ma, e qui casca l’asino,solo se si è ospiti dell’albergo. La scelta dell’apertura delle case da gioco agli alberghi, da una parte eviterà il proliferare di casinò con propria autonomia e dall’altra  limiterà l’accesso al gioco, che resterà riservato agli ospiti della struttura laberghiera. Ma siccome siamo in Italia… fatta la legge, troveranno l’inganno (almeno spero!)

 


monopoli_di_stato