Tilt & Freeroll nel Poker e nella Vita

poker%2Bonline.gifSe provassimo a chiedere a qualsiasi giocatore di poker cosa è il tilt, la risposta il più delle volte sarebbe sempre la stessa: “Il tilt è quando un giocatore, dopo una pesante bad beat, inizia a buttare i propri soldi. Gioca mani marginali, vede puntate dove è pesantemente sfavorito o compie dei bluff senza speranza insomma, in generale, prende cattive decisioni. Spesso egli non vuole essere bluffato e questo fa in modo che la rabbia e il desiderio di rifarsi prendano il sopravvento. Altre volte, un giocatore in tilt si siede al tavolo già nervoso per un qualsivoglia motivo il che non gli permette di giocare un buon poker.” Una descrizione del tilt come questa può trarci in inganno.

Prima di continuare con il post volevo consigliarvi una poker room del tutto gatutita:  PokerClub by Lottomatica , che ha anche la concessione dei monopoli di stato. L’iscrizione è gratuita e si può giocare ai tornei di allenamento (gratuiti dove non si vince nulla) e ai tornei freeroll (dove si vincono soldi veri). Per capire come ci si iscrive puoi leggere il post Iscrizione  gratuita a Poker Club  Lottomatica

totosi_164x164.jpg

Totosì fa parte del gruppo Lottomatica

Illustri colleghi, è con immenso piacere che vi comunico che anche Totosì ha lanciato il nuovo portale sul poker e le scommesse. La poker room è tra le più belle ed efficienti a cui mi sia mai iscritta. I versamenti sono facili da effettuare ed i pagamenti in caso di vincita sono veloci e garantiti dal marchio Totosì e dalla concessione dei Monopoli di Stato. Insomma Totosì è una delle mie poker room preferite.

pokerclub.gif

Come avrete potuto leggere in giro sui Blog e sui Forum, sono tanti i giocatori di Poker Online. Certo non tutti sono dei vincenti, ma sicuramente non si perde nulla se si gioca nei tornei freeroll. I tornei freeroll sono dei tornei ad iscrizione gratuita in cui si vincono soldi veri oppure soldi spendibili nei tornei a pagamento (quindi dove si vincono soldi veri). Oggi vi voglio consigliare la mia poker room preferita che promuove tornei freeroll: POKER CLUB di LOTTOMATICA & TOTOSì


E’ sicuramente vero che certe emozioni o stati d’;animi possono interferire con l’;abilità di prendere le giuste decisioni. Ed è anche vero che una pesante bad beat oppure essere bluffati in modo eclatante possono rendere un giocatore troppo emotivo per il resto della partita. Sembra si possa dedurne che il tilt è una reazione a catena dove una bad beat porta il giocatore ad essere arrabbiato il che comporta prendere cattive decisioni da parte sua. Questa linea di pensiero ignora la possibilità di una diretta relazione tra il prendere cattive decisioni a seguito di una bad beat. La distinzione è sottile, ma ci sono conseguenze drammatiche se si considera l’;emozione come un elemento indispensabile del tilt. Come dimostreremo, la Prospect Theory offre sostanziali prove per ritenere che la semplice bad beat è causa diretta del tilt. Ciò perché le bad beat in genere comprendono una forte percezione di perdita la quale fa sì che un giocatore sia portato alla ricerca di maggiori rischi nell’;obiettivo di recuperare la perdita subita (indipendentemente dalle emozioni).

Perché sarebbe controproducente assumere che il fattore emotivo sia sufficiente e necessaria causa del tilt? Primo, se l’emozione fosse parte rilevante del tilt, allora l’introspezione sullo stato emozionale di un individuo potrebbe fornire valide informazioni sulle potenzialità del tilt. Mentre un giocatore potrebbe legittimamente considerare di essere in tilt perché in uno stato d’animo non compiacente, tuttavia, egli potrebbe non sapere di essere libero dal tilt semplicemente perché è un soggetto non emotivo.

Una seconda ragione per evitare di focalizzare l’attenzione sull’emozione come causa del tilt è che questa potrebbe erroneamente condurre a credere che le emozioni quali la rabbia, se sotto controllo, possano prevenire il tilt. Ancora, mentre è vero che il controllo della rabbia possa ridurre il rischio di andare in tilt, non è invece garantito che la naturale tendenza al tilt dopo una grande perdita percepita rimanga. Ero venuto a conoscenza di un famoso giocatore professionista di poker il quale assumeva sostanze per inibire la produzione di adrenalina allo scopo di prevenire il tilt. Mentre questo potrebbe essere utile (anche se dannoso per l’;organismo) la naturale tendenza al tilt in certe circostanze sarà probabilmente non verificata. Senza un’;attenta analisi della Teoria del Prospetto, è impossibile capire i profondi meccanismi soggettivi e psicologici del tilt.